You are here

IGIENE

L’Unità Operativa Complessa di Igiene Ospedaliera e Gestione delle Tecnologie Sanitarie si occupa dell’espletamento di:
progetti di sviluppo organizzativo in ambito sanitario e di promozione della qualità gestionale;
definizione e diffusione di metodologie, anche innovative, in materia igienico-organizzativa 
definizione di strategie e protocolli per la prevenzione e il controllo delle infezioni ospedaliere; a tale scopo assume valenza di programmazione strategica la commissione preposta al controllo delle infezioni ospedaliere (CIO) che ha il proprio supporto operativo nel Gruppo Operativo Infezioni Ospedaliere, negli infermieri addetti al controllo delle infezioni ospedaliere (I.C.I.) e nel dirigente medico addetto alla specifica funzione;
Sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere relativamente a:
 rilevazione dei dati microbiologici, monitoraggio delle infezioni causate da microrganismi epidemiologicamente rilevanti, facilmente trasmissibili e/o responsabili di infezioni gravi;
tempestiva segnalazione degli isolamenti alle relative Strutture Complesse, consulenza sulle misure di  isolamento, prevenzione e controllo delle epidemie.
prevenzione e controllo delle infezioni da Legionella :
sorveglianza delle infezioni: rilevazione dei dati microbiologici e tempestiva segnalazione dei risultati significativi alle SS.CC;
esecuzione di sopralluoghi nelle SS.CC. interessate; compilazione scheda epidemiologica, aggiornamento prospetto casistica annuale;
campionamenti ambientali: aggiornamento e mappatura dei risultati; analisi del trend;
valutazione delle misure di controllo adottate dall’Azienda;
vigilanza sui filtri antibatterici installati presso i punti terminali (docce e rubinetti) della rete idrica (verifica della conformità: corretto posizionamento e funzionamento, controllo  dell’ integrità  dei filtri);                        
implementazione e sorveglianza delle misure preventive, monitoraggio epidemiologico, campionamenti ambientali.
prevenzione e controllo delle infezioni da Aspergillo:
rilevazione dei dati microbiologici e tempestiva segnalazione dei risultati significativi alle SS.CC interessate;
esecuzione di sopralluoghi  per la rilevazione dei casi;
compilazione scheda epidemiologica, aggiornamento prospetto casistica annuale;
campionamenti ambientali estemporanei mirati per escludere la presenza di fomiti ambientali;
valutazione dell’ adozione delle  misure di controllo e vigilanza durante l’esecuzione di attività edili.
Politica di razionalizzazione dell'utilizzo degli antibiotici:
implementazione di un uso corretto degli antibiotici e monitoraggio dei consumi in particolare di  antibiotici di ultima generazione;
aggiornamento e produzione di protocolli.


Per quanto concerne le attività di vigilanza
verifica dell'applicazione delle procedure inerenti: isolamento dei pazienti con patologie infettive, modalità di conferimento dei rifiuti e della biancheria sporca, pulizia e sanificazione ambientale, etc..
Formazione del personale:
Corsi di formazione, seminari, giornate di studio, workshop, dibattito tra esperti, per il personale sanitario aziendale relativamente alla azione di prevenzione e controllo delle infezioni ospedaliere in area medica, chirurgica e intensiva 
vigilanza, da un punto di vista igienico, sui servizi alberghieri e di ristorazione collettiva e Definizione di procedure/protocolli e linee guida relativamente alla vigilanza e controllo sulla gestione del servizio di ristorazione e nutrizione per degenti e ristorazione per dipendenti.
Formazione del personale sulle procedure aziendali.
predisposizione di procedure, protocolli, linee guida e vigilanza sulla raccolta, trasporto, stoccaggio e smaltimento dei rifiuti ospedalieri;
predisposizione di procedure e vigilanza sulle attività di pulizia, disinfezione, disinfestazione e sterilizzazione;
coordinamento della centrale di sterilizzazione;
tutela della salute dei lavoratori e dei pazienti rispetto al rischio, in particolare di quello infettivo;
interfaccia con il Servizio di Prevenzione e Protezione relativamente agli aspetti organizzativi e igienico-sanitari;
inoltro ai competenti organi delle denunce obbligatorie;
valutazioni tecniche ed organizzative in ordine alle richieste di apparecchiature medico-scientifiche ed agli arredi sanitari;
coordinamento stesura capitolati, autorizzazione richieste di presidi in esclusiva, razionalizzazione nell’utilizzo di presidi e apparecchiature in service/noleggio;
cooperazione con la S.C. Farmacia per la gestione dei casi di allarme sui Dispositivi Medici;
supporto alla Direzione Sanitaria di Presidio per la valutazione dei carichi di lavoro di area sanitaria e relativa definizione del fabbisogno organico; definizione di criteri per guardie e reperibilità dei Dirigenti Medici e Sanitari.

Per un Piano di riqualificazione dell’assistenza e di riequilibrio economico-finanziario è necessario che l'Azienda si doti di un nucleo di valutazione delle tecnologie (Technology Assessment), impiegando competenze tecniche e professionali, che intervenga con parere motivato su tutte le proposte di acquisizione onde evitare l’introduzione di tecnologie il cui impiego sia sprovvisto di sufficiente evidenza scientifica o rappresenti una duplicazione di attrezzature già esistenti ma non pienamente utilizzate e che allo stesso gruppo venga attribuito il ruolo di vigilare, in collaborazione con i professionisti coinvolti, sull’uso appropriato, anche in relazione al rapporto costo-beneficio, delle tecnologie disponibili.

La S.C. Igiene , ha il compito del coordinamento delle Commissioni Aziendali (Metodologica e Tecnica) dell’Health Technology Assessment, per la valutazione dei vantaggi, delle priorità di acquisto e dell'impatto economico-organizzativo di tecnologie sanitarie in ambito aziendale, mediante un approccio multidisciplinare.
 
In particolare la S.C. Igiene e Sicurezza  sulle tecnologie sanitarie svolge le seguenti funzioni:
convocazione della Commissione Metodologica e Tecnica;
convocazione di eventuali figure professionali aggiuntive per la valutazione di singole proposte
raccolta di dati elaborati dalle SS.CC. Farmacia, Fisica Sanitaria, Ingegneria Clinica e Provveditorato
raccolta delle richieste di tecnologie sanitarie provenienti dalle SS.CC: aziendali da sottoporre a valutazione tecnica
convocazione dei Direttori di Dipartimento, Direttori di Struttura Complessa, per acquisire elementi utili alla valutazione
realizzazione di report di HTA su specifiche tecnologie biomediche, individuando una procedura per la diffusione all'interno dell'Azienda
verbalizzazione delle riunioni della Commissione Metodologica e Tecnica
trasmissione dei documenti di valutazione agli utilizzatori.

Ubicazione:
Padiglione I3
Piano1

Responsabile:
Dirigente Medico: Dott.ssa De Cristofaro Franca
Recapiti: 0971/612218 - 0971/613530 - Fax 0971/410584
e-mail: frdecris@ospedalesancarlo.it