You are here

DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Strutture Organizzative

In simmetria al percorso di ridefinizione dell’assetto dipartimentale avviato in ambito sanitario, la Direzione  Strategica ha  valutato  l’opportunità  di sperimentare nuove forme di sinergia e coordinamento dei servizi amministrativi, tecnici e professionali di supporto, orientati per processi produttivi.
Tale convincimento trova fondamento nella convinzione dell’utilità di sperimentare modelli di coordinamento dei servizi che, senza appesantire i già gravosi  carichi  di  lavoro  delle  singole strutture e nel rispetto delle specifiche competenze non delegabili, consentano significative convergenze, sia nell’elaborazione, realizzazione e verifica dei progetti di innovazione e sviluppo che nella messa a punto di procedure amministrative e tecniche integrate e certificate.
Sulla scorta di tali indicazioni, la Direzione Strategica ha elaborato, in via sperimentale, le seguenti aggregazioni che, per affinità di funzioni e condivisione di  processi,  ritiene  possano  favorire una migliore interazione, fra di loro e con la Direzione Strategica, delle singole strutture di supporto.
L’Area sviluppa le sue attività e persegue i suoi obiettivi sotto la guida di un Coordinatore e con il contributo di tutti  i  Direttori  e  Responsabili  delle strutture  che  compongono  l’area,  i quali si riuniscono, di norma con cadenza  mensile,  nel  Coordinamento d’area stabilendone le regole di funzionamento. Il Coordinatore di Area è nominato dal Direttore Generale su proposta del Direttore Amministrativo  e resta in carica per tre anni. Di norma, nell’assegnazione dell’incarico, si applica il principio della rotazione. Al Coordinatore di Area non compete l’adozione formale di atti amministrativi a valenza esterna, ma solo di atti organizzativi interni e la formulazione di proposte per l’adozione di regolamenti aziendali.
Sono compiti generali del coordinatore:
1. garantire l’integrazione e la collaborazione tra i Servizi afferenti l’Area, nonché con le altre Aree;
2. promuovere la progettualità multidisciplinare di nuovi percorsi procedurali e degli obiettivi aziendali;
3. assicurare il razionale utilizzo delle risorse umane e strumentali;
4. garantire la programmazione dell’attività dei Servizi in maniera sinergica e funzionale per l’Azienda;
5. programmare, coordinare e verificare le attività dipartimentali, sia di gestione ordinaria che relative a progetti di innovazione e ad analisi/azioni finalizzate all'ottimizzazione degli acquisti e dei consumi;
6. coordinare il budget di area;
7. favorire la comunicazione degli stessi da e verso il Direttore Amministrativo;
8. risolvere i conflitti di competenza fra le diverse unità organizzative.
9. adottare direttive ed atti di indirizzo tecnici e logistici, linee guida, protocolli e regolamenti di Area;
10. istituire  gruppi di lavoro per processi lavorativi che richiedono competenze multidisciplinari;
11. provvede a formulare i programmi e piani formativi e le iniziative di aggiornamento

Il Coordinatore non è sovraordinato gerarchicamente agli altri Direttori dell’Area, i quali conservano la titolarità, la responsabilità e l’autonomia gestionale nell’ambito dei propri Servizi. Le funzioni e gli ambiti di azione di ciascun servizio rimangono inalterati.
I Dirigenti afferenti all’Area improntano comunque la propria attività al rispetto delle indicazioni-guida impartite dal Coordinatore, espressione della visione complessiva di Area.
Con le caratteristiche ed in base ai parametri predetti - affinità di funzioni e condivisione di processi - vengono prefigurate n.  2 Aree:
Area Tecnica - Logistica
Area Risorse Umane e Finanziaria.

4 Set 2020