You are here

APPREZZAMENTO DELLE ISTITUZIONI REGIONALI PER I NUOVI MODELLI INTERAZIENDALI

La nota di apprezzamento dell’assessore Franconi arriva in occasione dei due complessi interventi chirurgici di trapianto di cornea, avvenuti al San Carlo su due pazienti di 28 e 60 anni, dei quali la stampa ha dato notizia nei giorni scorsi. Non si tratta soltanto di un riconoscimento all’egregio lavoro svolto dal Dott. Lacerenza e dalla sua equipe, la nota sottolinea la soddisfazione dell’Amministrazione Regionale per la buona riuscita generale di una forma organizzativa, quella della struttura complessa interaziendale, che la Regione Basilicata sta, per prima, sperimentando quale modalità di ottimizzazione delle risorse umane e strumentali in funzione della qualità e dell'appropriatezza delle cure. 

La SIC di Oculistica, nasce a novembre tra Asp e San Carlo con la firma del contratto del Dott. Lacerenza e dei due dg Bochicchio e Maglietta, ed è la prima Struttura Interaziendale Complessa della sanità italiana che applica un nuovo modello organizzativo interaziendale.
Sulla base dell’accordo interaziendale dello scorso mese di Maggio voluto dalla Regione, da febbraio ha preso vita anche il DIMI (Dipartimento Interaziendale Materno Infantile), con direttore dott. Sergio Schettini, primario ostetrico del San Carlo. Si compie così il salto di qualità del percorso dei punti nascita, poiché questo modello di dipartimento risponde a una logica precisa: integrare strutture ospedaliere e rete dei consultori, reparti e attività ginecologiche, pediatriche e neonatali, elevando la qualità del servizio nella consapevolezza che nella medicina del terzo millennio le soglie di quantità non sono soltanto un dato statistico ma un elemento determinante per assicurare standard alti.
Anche il reparto di Anatomia Patologica ha avviato le sue attività come Struttura Interaziendale Complessa, composta dalle strutture dell'Irccs-Crob e del San Carlo, diretto dalla dr.ssa Giulia Vita, primario all'Irccs Crob di Rionero in Vulture,
Inoltre, sempre da febbraio, la struttura interaziendale complessa di Malattie infettive integra le strutture del San Carlo e del Madonna delle Grazie di Matera.