You are here

OBESITY DAY: IL 9 OTTOBRE A POTENZA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE PER LA PREVENZIONE DELL'OBESITÀ

‘Cambiare per vivere in salute’ è il messaggio della campagna di sensibilizzazione dell'Obesity day che si terrà sabato 9 ottobre a Potenza in piazza della Costituzione. “Dalle ore 8.30 alle ore 13.30 -ha annunciato il dottor Feliciano Lo Pomo dell’unità operativa 

di Malattie endocrine e del metabolismo dell'Aor San Carlo di Potenza- nello stand allestito presso il mercato di 'campagna amica', che donerà un sacchetto con prodotti  ortofrutticoli, fino ad esaurimento scorte, come simbolo concreto della sana e corretta nutrizione ispirata alla dieta mediterranea, il personale sanitario in servizio nel nosocomio potentino effettuerà consulti gratuiti sul sovrappeso e sul corretto stile di vita con misurazione del peso, della pressione arteriosa e della glicemia. L’esperienza della pandemia da Sars-Cov-2 ha dimostrato con evidenza che le persone con obesità sono maggiormente vulnerabili nei confronti di tale malattia infettiva. Quest’anno -ha concluso il dottor Lo Pomo- la giornata nazionale sul diabete, istituita dalla Società italiana di dietetica e nutrizione clinica (Adi), si rivolge in particolare agli effetti che l’impatto ambientale ha sulla diffusione epidemica dell’obesità, a partire dalla crescente urbanizzazione e dalla necessità di adattarsi a ritmi produttivi spersonalizzanti e a cambiamenti di abitudini negativi”. “E’ molto importante incrementare le attività di comunicazione e di informazione sui corretti stili di vita -ha affermato il direttore generale dell’Aor San Carlo, Giuseppe Spera- tanto più in un contesto, quale quello che viviamo, caratterizzato da sedentarietà per l’uso di tecnologie telematiche anche nel ciclo scuola-casa-lavoro-tempo libero e, conseguente a detta sedentarietà, dal rischio di patologie derivate da cattiva alimentazione e da assenza di attività sportiva. Un ringraziamento particolare -ha concluso Spera- è rivolto ai sanitari che con la propria professionalità contribuiscono a migliorare la salute delle nostre comunità”.

Link correlati